Anello di sosta, by babysara

Reply

togliere il malocchio con acqua e olio

« Older   Newer »
view post Posted on 19/5/2008, 23:28 Quote
Avatar

Group:
Utente
Posts:
6,306

Status:


una curiosità.... ma uno, sempre ammesso che ce l'abbia, non può toglierselo da solo? c'è sempre bisogno di un operatore?
 
PM Email  Top
kostantina
view post Posted on 20/5/2008, 00:09 Quote




Certo annika; è come le carte. Se sai farle...solo che col malocchio la negatività se non sai bene indirizzarla??? Io farei cosi: acqua santa. Almeno stai più tranquilla. L'acqua e l'olio sono per gli esperti.
Poi, ognuno il suo malocchio lo gestisce come vuole... :P :P :P
 
Top
view post Posted on 20/5/2008, 07:18 Quote
Avatar

Group:
Utente
Posts:
6,306

Status:


ah, grazie kosti :)
 
PM Email  Top
Mark Sensitive
view post Posted on 22/5/2008, 20:35 Quote




CITAZIONE (annika2 @ 19/5/2008, 23:28)
una curiosità.... ma uno, sempre ammesso che ce l'abbia, non può toglierselo da solo? c'è sempre bisogno di un operatore?

Si...
 
Top
emanuela73l
view post Posted on 4/6/2008, 15:17 Quote




CITAZIONE (kostantina @ 2/4/2008, 16:40)
Il metodo dell’acqua e dell’olio è un metodo sconsigliato a chi non ha una particolare esperienza. Si tratta di far uscire allo scoperto le cosidette “larve” che si attaccano sulla barriera pranica dell’uomo.
Per il rito si avvale di acqua , olio e una candela benedetta : si mette l’acqua in un piatto, si accende la candela, poi la persona che abbia il sospetto di essere stata colpita dal malocchio, tocca con la mano sinistra il piatto contenente l’acqua e con la destra la spalla dell’operatore che nel mentre traccia un segno di croce sulla fronte della persona colpita e un altro poi sul piatto con l’acqua.
Terminati i segni di croce la persona colpita può togliere le mani dal piatto e dall’operatore.
L’operatore a questo punto prende la brocchetta con l’olio e fa cadere una prima goccia nell’acqua : se la goccia non resta compatta ma si sbriciola tendendo a mescolarsi con l’acqua è già segno certo che la persona è colpita da malocchio o invidia.
Si lasciano cadere quindi altre due gocce d’acqua : nel caso confermassero il risultato di prima, ossia le gocce d’olio sembrano sparire nell’acqua si può procedere alle orazioni e formule per “togliere” il malocchio.
In genere è molto usata questa antica orazione che va interposta a segni di croce :

“Oh padre potentissimo! Oh madre la più tenera delle madri!
Oh esemplare ammirabile della materna tenerezza! Oh figlio, fiore dei figli! Oh forma di tutte le forme!
Anima, spirito, armonia di tutte le cose. Conservateci, proteggeteci, guidateci, liberateci da tutti gli spiriti maligni che ci assediano continuamente senza che noi lo sappiamo. Amen ”

Dopo qualche minuto si può intravedere nel piatto che le gocce di olio hanno preso o la forma di un cerchio oppure a bastoncino : nel primo caso il malocchio è stato fatto da una donna, nel secondo caso è stato fatto da un uomo.
Subito dopo seguono le altre preghiere per “liberare” dal malocchio il malcapitato.
Spesso occorre versare altre gocce di olio, perchè le prime risultano insufficienti a determinare la presenza del malocchio : in questo caso il malocchio , si dice, è di forma lieve.
Una variante di questo rito consiste nell’utilizzare la candela benedetta per bruciare l’olio versato nel piatto : in tal caso le gocce da versare sono inizialmente 5 . Con un miccetto accesso alla candela benedetta si tenta di bruciare l’olio .
Quelle che formeranno un anello tentando di “fuggire” la fiamma del miccetto sono assolutamente da bruciare in quanto negative.
Quelle che si lascereanno catturare dal miccetto andranno bruciate definitivamente sulla candela benedetta : se bruceranno friggendo, ossia con il caratteristico rumore dell’olio che brucia, saranno normali, se invece “bollire” senza far rumore saranno negative e nadranno assolutamente bruciate consumandole fino alla fine.
Può capitare che le gocce versate nell’acqua si espandono assumendo forme svariate : andranno accuratamente raccolte dal miccetto e bruciate per intero in tutta la loro forma.
Da ultimo va ricordato che se le gocce, raggiunte dal miccetto, bruciando produrranno una bolla è segno che esiste “una volontà” che cerca di sopraffare il pensiero del colpito.

Volevo fare questa domanda.......ma esistono metodi per levarsi il malocchio da soli o difendersene oltre alla preghiera di S. cipriano? Grazie a presto

 
Top
Lance_Dragone
view post Posted on 24/7/2008, 12:11 Quote




CITAZIONE
Volevo fare questa domanda.......ma esistono metodi per levarsi il malocchio da soli o difendersene

certo, soprattutto per difendersene.
 
Top
ivana10
view post Posted on 25/7/2008, 10:52 Quote




Volevo sapere ma la preghiera di s. Cipriano è più potente di un Rosario recitato in Chiesa tutti i giorni?
Ivana
 
Top
ivana10
view post Posted on 28/7/2008, 12:59 Quote




.................?
 
PM  Top
PASHA
view post Posted on 9/10/2008, 18:11 Quote




Volevo chiedere se nella descrizione de:Togliere il malocchio con acqua e olio, ci fosse un errore di scrittura. Laddove si legge " Si lasciano cadere quindi altre due gocce d'acqua" in realtà dovrebbe essere D'OLIO...., altrimenti il discorso nn fila.
 
Top
girasolina76
view post Posted on 29/10/2008, 12:39 Quote




A me l'hanno insegnato, ma la formula è diversa e bisogna aggiungere la "salve,o regina".
Il procedimento è più o meno lo stesso: si fa la croce sulla fronte o sull'addome(a seconda di dove si ha dolore) ma senza il bisogno del contatto tra l'operatore e il malcapitato/a. Poi si versano alcune gocce nel piattino dov'è stata versata precedentemente l'acqua e se svaniscono c'è il malocchio. Quando dei cerchi si uniscono si pensa che la xsona che ha fatto il malocchio avesse gli occhiali o la collana ecc. Cmq, si rifà la croce con il pollice unto di olio sul bordo del piattino e poi si butta il sale dentro l'acqua o si butta un fiammifero acceso o si mettono le forbici aperte.
Il procedimento si ripete finchè le gocce d'olio che si buttano nell'acqua nn rimagono tali senza scomparire.
La formula che mi hanno insegnato è ridicola per me..Razionalmente, credo che sia frutto dell'ignoranza contadina tramandata nei secoli oralmente da madre a figlia. So che questo mio ragionamento può urtare non poco la sensibilità di chi ci crede e pratica queste cose..Non so come spiegarmi..Io credo al malocchio e anche tuttora quando ce l'ho me lo faccio togliere da mia madre, ma se dovessi farlo io a qualcuno recitando questa formuletta, la cui validità è indubbia, non riesco, x cui nn funziona..Sarà xchè ormai sn anni che sn in crisi spirituale, combattendo tra il bisogno di credere in qualcosa(di cui c'è il germe dentro di me) e lo scetticismo e il razionalismo + puro..
Cmq, sono del parere che chi toglie il malocchio non si deve far pagare a meno che nn abbia davvero bisogno di denaro..Aiutare gli altri non ha un prezzo e ognuno di noi è fatto x questo. E' vero che togliendo il malocchio si usano le proprie energie, ma è anche vero che tra tutti noi c'è sempre uno scambio di energie seppur inconsapevoli..Poi, ripeto, se qualcuno ha bisogno davvero di altre entrate, benvenga pure..
 
Top
Eretico
view post Posted on 30/10/2008, 16:54 Quote




CITAZIONE (kostantina @ 2/4/2008, 15:40)
Il metodo dell’acqua e dell’olio è un metodo sconsigliato a chi non ha una particolare esperienza. Si tratta di far uscire allo scoperto le cosidette “larve” che si attaccano sulla barriera pranica dell’uomo.
Per il rito si avvale di acqua , olio e una candela benedetta : si mette l’acqua in un piatto, si accende la candela, poi la persona che abbia il sospetto di essere stata colpita dal malocchio, tocca con la mano sinistra il piatto contenente l’acqua e con la destra la spalla dell’operatore che nel mentre traccia un segno di croce sulla fronte della persona colpita e un altro poi sul piatto con l’acqua.
Terminati i segni di croce la persona colpita può togliere le mani dal piatto e dall’operatore.
L’operatore a questo punto prende la brocchetta con l’olio e fa cadere una prima goccia nell’acqua : se la goccia non resta compatta ma si sbriciola tendendo a mescolarsi con l’acqua è già segno certo che la persona è colpita da malocchio o invidia.
Si lasciano cadere quindi altre due gocce d’acqua : nel caso confermassero il risultato di prima, ossia le gocce d’olio sembrano sparire nell’acqua si può procedere alle orazioni e formule per “togliere” il malocchio.
In genere è molto usata questa antica orazione che va interposta a segni di croce :

“Oh padre potentissimo! Oh madre la più tenera delle madri!
Oh esemplare ammirabile della materna tenerezza! Oh figlio, fiore dei figli! Oh forma di tutte le forme!
Anima, spirito, armonia di tutte le cose. Conservateci, proteggeteci, guidateci, liberateci da tutti gli spiriti maligni che ci assediano continuamente senza che noi lo sappiamo. Amen ”

Dopo qualche minuto si può intravedere nel piatto che le gocce di olio hanno preso o la forma di un cerchio oppure a bastoncino : nel primo caso il malocchio è stato fatto da una donna, nel secondo caso è stato fatto da un uomo.
Subito dopo seguono le altre preghiere per “liberare” dal malocchio il malcapitato.
Spesso occorre versare altre gocce di olio, perchè le prime risultano insufficienti a determinare la presenza del malocchio : in questo caso il malocchio , si dice, è di forma lieve.
Una variante di questo rito consiste nell’utilizzare la candela benedetta per bruciare l’olio versato nel piatto : in tal caso le gocce da versare sono inizialmente 5 . Con un miccetto accesso alla candela benedetta si tenta di bruciare l’olio .
Quelle che formeranno un anello tentando di “fuggire” la fiamma del miccetto sono assolutamente da bruciare in quanto negative.
Quelle che si lascereanno catturare dal miccetto andranno bruciate definitivamente sulla candela benedetta : se bruceranno friggendo, ossia con il caratteristico rumore dell’olio che brucia, saranno normali, se invece “bollire” senza far rumore saranno negative e nadranno assolutamente bruciate consumandole fino alla fine.
Può capitare che le gocce versate nell’acqua si espandono assumendo forme svariate : andranno accuratamente raccolte dal miccetto e bruciate per intero in tutta la loro forma.
Da ultimo va ricordato che se le gocce, raggiunte dal miccetto, bruciando produrranno una bolla è segno che esiste “una volontà” che cerca di sopraffare il pensiero del colpito.

Io ci ho messo Olio, Aglio, Peperoncino, Capperi....ho fatto soffrigere e VOILAT!!! Spaghetti aglio ed olio per tutti...

 
Top
NataliaPerianu
view post Posted on 31/10/2008, 21:22 Quote




Non credo che funziona per il malocchio... Forse per il male di stomaco (fame?)... :P
 
Top
crocefissoperrone
view post Posted on 6/10/2009, 09:12 Quote




Carissima io non so se sono colpito può vedere grazie a presto
 
Top
-Michael-
view post Posted on 6/10/2009, 15:49 Quote





non bastano acqua e olio ..ci vuole anche un pizzico di sale..


altrimenti al posto di tutto questo condimento si potrebbe pregare San Michele .. leggi qualcosa su S. Michele
qui c'è un esorcismo contro il male ..di leoneXIII

http://www.innamoratidimaria.it/esorcismo_leoneXIII.htm




 
Top
kostantina
view post Posted on 6/10/2009, 19:03 Quote




CITAZIONE (crocefissoperrone @ 6/10/2009, 09:12)
Carissima io non so se sono colpito può vedere grazie a presto

Ciao crocefissoperrone,
non si possono fare consulti, o prestazioni di servizi (vedere e togliere il malocchio); magari potresti recitare la preghiera che ti ha scritto Michael che è il modo più semplice.
 
Top
65 replies since 2/4/2008, 16:40
 
Reply